“Un pomeriggio di qualche anno fa, mi recai presso un centro commerciale con un’amica per dedicarci una giornata di shopping. Uscendo da uno dei negozi del centro inciampai sul gradino dell’ingresso e letteralmente cascai tra le braccia di quel passante che qualche anno dopo è diventato mio marito.  Quando si dice il destino! In quel preciso momento in cui io inciampavo, Rossano passava di lì pronto a salvarmi e ad evitarmi una brutta caduta! Gli sorrisi, lo ringraziai e proseguii dritta con la mia amica. Mentre parlottavo e confabulavo con lei su quel simpatico incidente, mi accorsi che Rossano mi seguiva. Proprio così, mi seguì in tutto il centro commerciale fino a fermarmi e finalmente chiedermi il numero di telefono.”

Sembra la scena di un film romantico tipo vecchio stile, di quelli in bianco e nero, ma non lo è. È una storia vera e i protagonisti sono Anna e Rossano.  Romantica e piena d’amore, iniziata con quel simpatico incidente nel centro commerciale, il loro amore è cresciuto e culminato in un matrimonio perfetto. E indovinate un po’ quale location ha fatto da palcoscenico al loro giorno importante? Ma ovviamente la nostra splendida Maison Valery!

Proprio per questo, oggi apriamo le porte del nostro blog e diamo il benvenuto ad Anna che ha deciso di condividere con noi le emozioni provate quello splendido giorno e darci anche delle chicche sul mondo del wedding…e quelle si sa, non bastano mai!

Anna, il momento più emozionante del tuo matrimonio?

Sicuramente quando entrai in chiesa. In realtà ero già molto emozionata, dapprima di entrare in chiesa. Le prime lacrime incominciarono a scendere quando ero a casa. Infatti, per la truccatrice fu un gran problema perché io non riuscivo a controllarmi. Ricordo che respirai forte, fortissimo e mi calmai. In ogni caso, quando arrivò il momento, fu molto difficile trattenermi dal piangere, ero molto, molto emozionata. L’unica cosa che mi fece trattenere le lacrime fu la paura di rovinare il trucco.

-Raccontaci come è stato quel giorno, è andato tutto come avevi previsto?

È stato tutto perfetto! Abbiamo un bellissimo ricordo del giorno del nostro matrimonio. Ci  affidammo totalmente allo staff di Maison Valery e facemmo benissimo perché superò di gran lunga  le nostre aspettative. Anche il clima ci fu d’aiuto, scegliemmo settembre, mese che consiglio a tutti i promessi sposi. La temperatura è gradevole, non si soffre il caldo, non si suda e si sta freschi.

Come siete arrivati a Maison Valery?

Dopo una prima ricerca sul web visitammo vari ristoranti ma nessuno di loro ci piacque. Delusi dai primi ristoranti, feci un’altra ricerca in internet e segnai Maison Valery come nuova location da visitare. Quando arrivammo sul posto fu amore a prima vista. L’immensità di quel giardino, così curato, circondato da bellissimi alberi, conquistò subito tutti e due.

Quando hai incominciato la ricerca della location, cosa avevi in mente? Come la immaginavi? Cosa ti ha spinto a dire “SI” a Maison Valery?

Io e Rossano, essendo persone semplici che non amano le cose troppo particolari e sfarzose, avevamo in mente una cerimonia intima, tranquilla, unica, personale, molto speciale e che fosse ricordata per sempre. Maison Valery con il suo stile chabby chic ci sembrò perfetta. La location per il mio matrimonio la immaginavo proprio così. Quando vedemmo quel giardino, fu come entrare in un mondo magico con un ambiente caldo e accogliente. Ci lasciò senza parole, era così bello che anche per le foto non ci fu bisogno di spostarmi, le feci tutte lì senza allontanarmi dalla struttura.

 

Al di là della bellezza della struttura, un altro fattore che ci convinse a scegliere Maison Valery, fu l’assenza di altre cerimonie per quella data. Paolo ci disse che la location sarebbe stata tutta nostra, non ci sarebbero stati altri eventi. Questo era un elemento determinante per la scelta della location, per me era importantissimo che non ci fossero altre cerimonie.

Così, mentre Paolo mi spiegava e mi raccontava come sarebbe stato organizzato il buffet fuori e tutte le disposizioni, io mi immaginavo proprio lì con il mio vestito bianco.

Anche per il catering ci siamo affidati a Maison Valery e grazie ad Osiride abbiamo mangiato benissimo. Inoltre proprio il suo staff ci ha fatto una bellissima sorpresa: una bellissima e squisita fontana di cioccolato.
Improvvisamente, nel bel mezzo della cerimonia, i bambini, che l’avevano vista prima di me, mi chiedevano di avvicinarmi al buffet per aprire la fontana di cioccolato, ma io non sapevo di cosa parlassero ed anche mio marito mi guardava con sorpresa. Pensavo fosse stata una idea di Rossano e quindi, sbalordita, chiedevo a lui, se per caso avesse fatto questa richiesta a Paolo. Ma no, né io, né mio marito avevamo richiesto questa splendida opera d’arte di cioccolato. Scoprimmo che si trattava di un regalo pensato ed elaborato dallo staff di Osiride.

 

-Che tema avete scelto?

Visto che scelsi quasi tutto io, lasciai campo libero a Rossano per il tema del matrimonio e lui avendo una forte passione per le auto Alfa Romeo, scelse queste auto come segna-posti.

-E gli ospiti? Gradirono?

Si, mi fecero molti complimenti per la struttura e per il menù. Il menù piacque tantissimo.

-Sceglieresti Maison Valery per festeggiare un’altra occasione importante, come le nozze d’oro?

Si, si e si…e per un motivo in particolare. Ho notato che in genere durante le cerimonie, gli sposi vengono lasciati soli. Invece da Maison Valery ci hanno accompagnato e aiutato tutto il tempo, dall’inizio alla fine della cerimonia e sono rimasta felicemente sorpresa e. Uno staff accogliente e presente, insomma impeccabile! Quindi si, ritornerei sicuramente e non solo per le nozze d’oro anche per la comunione di mio figlio.

-C’è stato qualche show o spettacolo durante la cerimonia?

No, uno spettacolo no perchè optammo per il piano bar. Avevamo intenzione di coinvolgere gli ospiti e farli partecipare in modo attivo. Gli invitati indossarono dei cappelli e degli occhiali molto buffi.

Fu molto divertente, ballammo e cantammo tutto il tempo. Il piano bar è un diversivo che consiglio perché è un intrattenimento piacevole anche per spezzare la tensione e mettere gli ospiti a proprio agio. Ha reso il mio matrimonio leggero e frizzante, tutti gli invitati furono coinvolti e tutti parteciparono con piacere.

-Al momento della scelta dei vestiti e dell’organizzazione, hai seguito le mode del momento?

No, ho scelto quello che sentivo e quello che piaceva a me. Io sono fatta così, compro quello che mi piace senza sapere se è alla moda. Così come colore ho scelto il blu perchè è uno dei miei colori preferiti.

-Che consigli daresti ad una giovane coppia che è in procinto di sposarsi?

Di scegliere tutto con il cuore e non con la testa. Io ho scelto e fatto tutto con il cuore. Il matrimonio deve piacere agli sposi e solo a loro. Inoltre consiglio alla sposa di non spendere troppo per il suo vestito,

è un peccato spendere tanti soldi per un vestito che metterà una volta sola. E poi stare attenti agli invitati, non darsi alla pazza gioia con gli inviti!

di Manuela Lasdica

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: